Translate - Now!

martedì 14 giugno 2016

Shirin Ebadi

Diritti umani separati per musulmani?

Non credo nel relativismo culturale.

Credo che i diritti umani siano universali e che siano uno standard internazionale di vita.

E’ per questo motivo che non credo in una dichiarazione dei diritti umani islamica e non accetto dei diritti umani islamici.

E se accettiamo che i musulmani possano scrivere la dichiarazione islamica dei diritti umani, allora dobbiamo accettare che altre religioni facciano altrettanto. A quel punto vedremo la dichiarazione buddista dei diritti umani, la dichiarazione induista dei diritti umani, la dichiarazione ebraica dei diritti umani e così via.
La loro conseguenza porterebbe all’eliminazione dei diritti umani.
E se gli standard dei diritti umani saranno aboliti, saranno le persone deboli a soffrirne.

Purtroppo i paesi musulmani sono i più esposti e penso che politicamente non porti loro beneficio supportare una dichiarazione islamica dei diritti umani.

Possiamo così comprendere come una dichiarazione islamica dei diritti umani non è concepibile sia da un punto di vista teorico che politico.


Shirin Ebadi
2 febbraio 2009
Carnegie Endowment for International Peace
Washington, D.C.


https://youtu.be/z0nqXdb7QeI


Intervista che ho ascoltato e tradotto in italiano per voi.

Oggi vi voglio parlare di Shirin Ebadi, premio Nobel per la pace nel 2003: la prima donna iraniana e musulmana ad ottenere questo premio.

Ha potuto esercitare la professione di giudice finché la rivoluzione non le ha portato via questo diritto. Solo nel 1992 ha potuto esercitare almeno la professione di avvocato. Si è sempre battuta per i diritti di donne e bambini, oltre ai martiri della libertà d'espressione e condannati politici. Dal 2009 è in esilio ma questo non la ferma dall'occuparsi dei diritti umani in Iran. 

Shirin Ebadi: Iran Awakening: Human Rights Women and Islam


https://www.youtube.com/watch?v=AmW_lyDvaIE

Se volete un'introduzione nel mondo delle battaglie di Shirin Ebadi, vi consiglio un libricino che si legge velocemente, ed è disponibile anche in formato Ebook, "il mio esilio" di Farian Sabahi.




domenica 5 giugno 2016

Dovere - Baayad

Avevamo già affrontato come esprimere il “dovere” in persiano. Qui: http://tutfaranghi.blogspot.de/2014/09/volere-e-potere-e-dovere.html per ripassare.

Facciamo degli esempi semplici per ripassare l’uso di baayad - dovere.


Es. Devo fare tante cose

من باید کارهای زیادی بکنم     انجام بدم

man baayad karhaye ziaadi bekonam - anjaam bedam

(bekonam - anjaam bedam sono intercambiabili, anche se è preferibile anjaam bedam)



Devo andare

باید برم

(man) baayad beram



Non devo andare


باید نرم  

نباید برم

(man) baayad naram

(man) nabaayad beram


Devo lavare i piatti


man baayad zarf’ha ra beshuram

من باید ظرف ها را بشورم


Non devo lavare i piatti 


man nabaayad zarf’ha ra beshuram

من نباید ظرف ها را بشورم

man bayaad zarf’ha ra nashuram

من  باید ظرف ها را نشورم

La differenza tra la prima e la seconda frase negativa è la seguente.
Nel primo caso, la negazione è su chi deve lavare i piatti: non devo lavare i piatti (perché non è il mio turno, tocca a qualcun’altra)
Nel secondo caso, la negazione è sui piatti: non devo lavare i piatti (perché i piatti sono già puliti o non vanno toccati).

Regola:

soggetto + baayad + (ogetto) + b-verbo coniugato

Se volete ripassare ra qui c’è la spiegazione:



venerdì 3 giugno 2016

Kotlet irani - کتلت ایرانی

Kotlet irani - کتلت ایرانی

Un piatto veloce e semplice, molto gustoso e semplice da realizzare.



Kotlet


Carne macinata e patate, circa 250 g per entrambi. Il mio consiglio è di fare invece 250 di carne e 350 di patate. Più patate che carne, fidatevi.

Kotlet

Azizam alla cottura


Schiacciate le patate e mischiatele con pan grattato, quanto basta per dare un consistenza, due uova intere, prezzemolo tritato finissimo (anche secco va bene), curcuma e pepe a gusto.

Una volta mischiato tutto questo, aggiungete la carne macinata. Mischiate (ma non troppo) e mettete a riposare in frigo.

Dategli una forma allungata e schiacciata e friggete.

Kotlet nella pita (tutto fatto in casa)


Servite nella pita, o con il tipo di pane che vi piace, accompagnate e condite come preferite.

Noushe jaan.

Baghali polo

Un piatto che non mi stancherei mai di mangiare è baghali polo. Baghali polo significa riso alle fave. Ottimo, semplice e vegetari...