Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2016

Kino - Viktor Tsoi

Immagine
Sto ascoltando i Kino giorno e notte in questa torrida estate. Non molto torrida in realtà.
Viktor Tsoi è l’idolo del rock russo. Musicista, leader dei Kino, poeta, attore e pittore, Viktor era un artista a tutto tondo, ancora amatissimo nonostante siamo morto oramai da tanto tempo.


Di origine coreana, cresciuto a Leningrado, oggi Pietroburgo, come si apprende dal documentario sulla sua vita “Жизнь как КИНО” 



nato con il dono artistico. La madre voleva che lui continuasse a dipingere, ma Viktor non era interessato a fare il pittore ma lo faceva solo per farle piacere. La sua passione era la musica. Inizia a suonare, fonda il gruppo Kino nel 1978 a Leningrado, incontra la moglie con cui avrà un figlio. La moglie era una sarta per il circo e creò il primo look dei concerti dei Kino. 
La fortuna arriva grazie al cantante di un altro gruppo rock già popolare, gli Akvarium. 
Il rock era bandito nell’unione sovietica, i Kino non hanno mai “fatto i soldi”, i dischi venivano venduti e copiati sul …

A Mosca, a Mosca!

Immagine
Mosca è uno stato mentale. Non è una città. Non è un luogo fisico. Il malessere che mi procura stare lontana da Mosca non posso descriverlo. Una sottile sofferenza, quasi come una puntura leggera, a volte una fitta, mi colpisce ogni volta che penso a quei luoghi. Alla sensazione che avevo in quei luoghi. In quei tanti luoghi in cui sono stata. Come posso dirti, Mosca, quanto mi manchi? 


Кино - Город

Я смотрю в календарь, я знаю, что скоро зима.
Наша улица на глазах меняет цвета.
За решеткой желтой листвы я вижу птиц.
Моя двадцатая осень сводит меня с ума.

Я люблю этот город,
Но зима здесь слишком длинна.
Я люблю этот город,
Но зима здесь слишком темна.
Я люблю этот город,
Но так страшно здесь быть одному,
И за красивыми узорами льда
Мертва чистота окна.

Фонари за окном горят почти целый день.
В это время я не верю глазам, я верю часам.
И теперь я занят только охраной тепла.
Вот ушел еще год - сколько останется нам?

https://www.youtube.com/watch?v=ukuMVqVIT60

(traduzione in fondo)

Sto ascoltando i Kino e …

Addio Abbas Kiarostami

Immagine
Il 4 Luglio si è spento Abbas Kiarostami. Non avrei mai voluto scrivere un post di addio a questo straordinario regista, ma purtroppo devo.

Se non lo conoscete o non avete visto i suoi film, cliccate sui link qui in fondo per scoprire questi gioielli cinematografici.



http://tutfaranghi.blogspot.de/2015/10/close-up-abbas-kiarostami.html

http://tutfaranghi.blogspot.de/2015/10/il-sapore-della-ciliegia-abbas.html

http://tutfaranghi.blogspot.de/2015/11/dove-la-casa-del-mio-amico-film-del.html

A girl walks home alone at night

Immagine
A girl walks home alone at night
Film in lingua persiana, girato negli Stati Uniti dalla regista Ana Lily Amirpour, 2014.
Film della diaspora iraniana negli Stati Uniti.
Film che volevo vedere da quando se ne iniziò a parlare e non era ancora uscito.
Posso dire che mi ha deluso? 


Sicuramente originale, nel senso di diverso, completamente diverso da tutti gli altri film iraniani, sia girati in patria che girati all’estero. Horror, western, vampiresco in bianco e nero.
La vampira protagonista è una ragazza senza nome, con la maglietta a righe e il chador. Vive insieme agli altri 4 coprotagonisti a Bad City. Sia per l’uso del bianco e nero, sia per il nome della città, mi è venuto in mente Sin City. 


La tale vampira sembra ruotare attorno a Arash, un ragazzo che lavoricchia come giardiniere e si occupa (per modo di dire) del padre tossico dipendente, una prostituta di nome Atti, sempre triste, un ragazzino con lo skate, un gatto (il famiglio del demonio?), un gangster-spacciatore-drogato-pappon…