Translate - Now!

lunedì 12 giugno 2017

Domande - Pronomi interrogativi (aggiornamento)

Dei pronomi interrogativi ne abbiamo parlato qui:


Ho pensato però di fare un aggiornamento. Riprendere e rimettere in ordine i pronomi.

Suono c (dolce)




Scritto

Parlato


چرا
ceraa


perché
چه
ce
چی
ci
cosa
چطور
cetor
چه جور
ce joori
come
چند
chand
چند تا
chand taa
quanto

Suono c (duro)




Scritto

Parlato


کی ki


chi
کجا kojaa که ke dove
کی kei


quando
کدوم kodum


quale

lunedì 5 giugno 2017

Boro dige!

Una parola molto usata ma con diversi significati e usi è dige.

Dige significa altro, ma nelle esclamazioni è un rafforzativo che non sempre si traduce in italiano.

Dige è la forma colloquiale, del parlato. Digar è la forma scritta o più cortese e formale.

Per esempio, immaginate di essere al mercato e di stare quasi alla fine degli acquisti, il venditore o la venditrice chiederanno:

چیز دیگری میخواهید؟ 
ciz-e digari mi xāhid?
Vuole qualcos’altro? 

Oppure, dopo un elenco o una lista si può chiedere:
دیگه چی؟ 
dige ci?
Che altro? 



Il film “the others” in persiano è stato tradotto come: 

Digaraan - دیگران

-aan= il vecchio plurale

oppure LGBT - Degar baash - دگرباش(ان)

“con altre inclinazioni, preferenze”. 


In questi esempi, dige è utilizzato nel significato base di altro. 

Ma dige è utilizzato anche per le esclamazioni quali:

!بسّه دیگه 
basse dige!
Basta!

!دیگه نگو
dige nagu!
Non dire altro!


Personalmente dige lo uso soprattutto quando sono in macchina e sono esasperata dal traffico: “boro dige!”



Baghali polo

Un piatto che non mi stancherei mai di mangiare è baghali polo. Baghali polo significa riso alle fave. Ottimo, semplice e vegetari...